HOME | CULTURA | CUCINA | TURISMO | CITTA'| CARTOLINE
SiciliaIn: dentro la Sicilia, cuore del Mediterraneo - ARTE CULTURA e TURISMO

 Palermo - Arte

San Domenico

La Chiesa di San Domenico, tra i più importanti monumenti barocchi della città, fu edificata nel 1640 su progetto di Andrea Cirrincione su una precedente chiesa del 1300. Ornata di statue in stucco e fiancheggiata da due alti campanili, il suo vasto interno contiene sepolcri, colonne e cenotafi di insigni siciliani che ne fanno il Pantheon delle glorie di Palermo (vi è sepolto, tra gli altri Francesco Crispi).
Chiesa di San Domenico

Palazzo Chiaramonte Palazzo Chiaramonte
Iniziato nel 1307, da Manfredi Charamonte, attesta il prestigio della più potente famiglia feudale del XIV secolo.
Davanti al palazzo nel 1496 venne decapitato l'ultimo dei Chiaramonte, Andrea, ribelle a re Martino I d'Aragona.

Palazzo Abatellis

Sontuosa dimora iniziata nel 1490 da Matteo Abatellis
è un compatto organismo a nudi conci di pietra su pianta quadrata di forma tardo-gotico catalano con soluzioni rinascimentali. Gravemente danneggiato durante l'ultima guerra, è stato restaurato nel 1954 ed è attualmente sede della Galleria regionale della Sicilia, museo di altissima qualità che raccoglie opere di scultura e pittura, in particolare del XIV e XVI sec.
Palazzo Abatellis

Chiesa del Gesù Chiesa del Gesù
Iniziata nel 1564 fu la prima chiesa gesuita della Sicilia. Successivamente ingrandita con l'aggiunta delle cappelle laterali e di una nuova cupola nel'600. Parzialmente distrutta dal bombardamento del 1943 nei lavori di ripristino sono stati ricostruiti tutti gli antichi stucchi e affreschi che hanno fato riacquistare al monumento l'antica immagine

Martorana
Costruita nel 1143 da Giorgio d'Antiochia, ammiraglio di Ruggero II, la chiesa normanna, detta anche S.Maria dell'Ammiraglio), prospetta la facciata barocca su piazza Bellini. L'interno è deocrato in alto quasi esclusivamente da mosaici che costituiscono, insieme alla cappella Palatina, il più antico ciclo musivo della Sicilia.
La chiesa, dal 1937 è concattedrale della diocesi di Piana degli Albanesi e officiata secondo il rito greco-bizantino.
Martorana
indietro Palermo: l'arte e i monumenti continua