HOME | CULTURA | CUCINA | TURISMO | CITTA'| CARTOLINE
SiciliaIn: dentro la Sicilia, cuore del Mediterraneo - ARTE CULTURA e TURISMO
 San Piero Patti

Antica scalinata zona Arabite San Piero Patti sorge su due piccoli colli, sulla sommità di uno dei quali, sorgeva anticamente il Castello degli Aragonesi di cui ora è rimasta solo la torre. Nella valle sottostante scorre il fiume Tmeto, ricordato da Greci e Latini, che conclude il suo corso nel Golfo di Patti. Lungo le sue sponde sono da ammirare dei mulini ad acqua funzionanti fino agli anni 50. Le verdi macchie dei noccioleti, verso quota 1000, lasciano il posto al paesaggio dell'alta montagna.Qui sono visibili "gli stazzi", piccole costruzioni in pietra che servivano da ricovero ai pastori. Di grande importanza storica è il quartiere '"Arabite" così chiamato in quanto verso l'anno 827 alcune schiere di Arabi si infiltrarono lungo il fiume Timeto e si insediarono nel paese, precisamente nel quartiere suddetto. In giro per le antiche strade si possono ammirare antichi portali in pietra locale. Per chi ama la natura e soprattutto le lunghe passeggiate, si offrono degli itinerari turistici lungo la valle del Timeto o sulle colline che attorniano il paese. Salendo lungo la provinciale che porta a Randazzo, sono numerosi i posti per un picnic all'aperto, ma chi ama la comodità può pranzare nelle varie trattorie che si trovano in zona. Prodotti tipici: formaggi, maccheroni, dolci di mandorle e di nocciole, carne di agnello.
ANTICHE TRADIZIONI
Molto sentito a S.Piero Patti è il Carnevale. Ogni anno vengono realizzati carri allegorici che sfilano la domenica di Carnevale in una cornice festosa e spensierata Le feste religiose più importanti sono dedicate ai due patroni del paese: la Madonna della Catena (che si festeggia la prima domenica dopo Pasqua) e San Biagio (che si festeggia la prima domenica di ottobre come ringraziamento per il raccolto di nocciole). Da due anni, la prima domenica di agosto, viene rievocata la venuta di Federico III d'Aragona con un corteo storico che si snoda lungo le vie del paese, accompagnato da musici e sbandieratori tutto in una cornice rigorosamente medievale.

Come arrivare.
- Da Messina (distanza 95 km):
  A20 direz. Palermo, uscita Patti - S.P.166 per circa 20 km
- Da Palermo (distanza 205 km):
   A20 direz. Messina, uscita Patti - S.P.166 per circa 20 km
- Da Catania: S.P. Randazzo

Un grazie particolare ad Angela Tripoli per i testi e le foto.