HOME | CULTURA | CUCINA | TURISMO | CITTA'| CARTOLINE
SiciliaIn: dentro la Sicilia, cuore del Mediterraneo - ARTE CULTURA e TURISMO
 Palagonia - Arte e Musei
Chiesa Madre La Chiesa Madre
Dedicata a S. Pietro Apostolo, la pi antica chiesa di Palagonia. Risale alla fine dell'XI secolo. Si suppone che anticamente la chiesa fosse pi piccola e che abbia subito cambiamenti. Dopo il terremoto del 1542, fu ricostruita a tre navate, dopo la distruzione del 1693, fu ricostruita com'era con in più il soffitto con le volte in gesso, nel 1704 dal principe D. Ferdinando Francesco Gravina. Ha un impianto planimetrico a croce latina a tre navate e un transetto, con due cappelle contenti gli altari in marmo policromo intarsiato, ornati di stucchi. La struttura muraria costituita da conci regolari in pietra, in parte intonacata; la copertura a capanna con struttura lignea e rivestimento in coppi. Il prospetto principale, costituito da due ordini architettonici, caratterizzato da un portale centrale in pietra intagliata e da due portali secondari sui quali si trovano gli stemmi dei Gravina e due epigrafi latine indicanti la ricostruzione della chiesa del 1693.

La Chiesa del CrocifissoLa Chiesa del Crocifisso
Fondata nel 1717, si trova nel centro storico di Palagonia, ed stata rimessa a nuovo con i fondi della stessa chiesa. Fu costruita dopo che la Chiesa Madre fu distrutta per custodire il SS. Sacramento e per celebrare le messe giornaliere. E' una piccola chiesetta e presenta una pianta longitudinale ad unica navata, con una cappella. La copertura a capanna, con struttura lignea e rivestimento in coppi. La facciata è costituita da un portale centrale con arco a tutto sesto, incorniciato da lesene che sostengono l'arco e il sovrastante cornicione. Essa conclusa superiormente da una cornice in pietra. Il prospetto principale caratterizzato dal campanile in pietra, a base quadrata, che ospita la cella campanaria costituita da finestre ad arco a tutto sesto e sormontata da un grosso cornicione. La parte finale del campanile stata costruita nel 1920. All'interno si trova il Crocifisso ligneo del secolo XVI. Uscendo si trova la stele di Santa Febronia, ricostruita sessanta anni fa.


La Chiesa dell'Immacolata del ConventoLa Chiesa dell'Immacolata del Convento
Risale al 1721, come si pu leggere in una lapide posta sul lato sinistro della facciata. La chiesa per doveva esserci nel 1711, in quanto viene citata in una lettera di Francesco Gravina, datata 14 maggio 1711. Si pensa che essa fu originariamente gestita dai Francescani. L'impianto planimetrico longitudinale, ad unica navata coperta da una volta a botte lunettata. La sua struttura muraria costituita da conci in pietra intonacata, e la sua copertura a capanna con struttura lignea e manto in coppi. Il prospetto principale presenta un portale d'ingresso, con arco a tutto sesto, sormontato da un frontone in pietra, curvilineo spezzato. Ai fianchi di questo portone vi sono due grandi nicchie nelle quali alloggiano le statue dei frati Francescani. Sopra il portone vi una finestra sormontata da un frontone triangolare spezzato, arricchita da mostre in pietra. A chiudere superiormente il prospetto vi un grande frontone triangolare. Affiancato alla chiesa si trova il campanile in pietra, a base quadrata, che ospita la cella campanaria con una finestra ad arco a tutto sesto. All'interno, sull'altare maggiore si trova un pregevole e maestoso tabernacolo ligneo a quattro piani piramidali, sormontati da una cupola. Alle pareti vi sono quadri del secolo XVIII, una statua di S. Antonio di Padova e diverse pitture ad olio del 1700.

indietro l'arte e i musei continua