HOME | CULTURA | CUCINA | TURISMO | CITTA'| CARTOLINE
SiciliaIn: dentro la Sicilia, cuore del Mediterraneo - ARTE CULTURA e TURISMO
Comitini

Comitini è un piccolo centro abitato a 20 chilometri da Agrigento. Si erge sulla sottostante altura, il colle "Cummatino", da cui avrebbe preso il nome. Forse già in epoca romana esisteva in questo territorio una "statio", usata da viandanti e truppe militari per il cambio dei cavalli e per rifocillarsi. Nel 1627, il barone Gaspare Bellacera ottenne da Re Filippo V il privilegio dello "jus populandi" (licenza di popolare) del feudo di Comitini e a questo atto si fa risalire la nascita del paese. Si tratta di un tempio ad un'unica navata. La facciata esterna è ornata da diversi rosoni e capitelli di buona fattura. All'interno si trova uno splendido tabernacolo in oro e argento fusi, ed un ostensorio del secolo scorso. Agli inizi del 1800, nella piccola piazza del paese, venne costruita la Chiesa dedicata all'Immacolata Concezione. L'interno è stato arricchito negli anni con bellissimi stucchi, un organo e un pulpito in legno scolpito. Un notevole sviluppo Comitini ha avuto nella seconda metà del XIX secolo, quando vennero sfruttati a livello industriale i ricchi giacimenti di zolfo di cui è ricco il sottosuolo per diversi chilometri. Ma, a seguito della crisi zolfifera, l'economia del paese si è ristretta quasi esclusivamente all'agricoltura. Comitini ha conosciuto per diversi anni la triste piaga dell'emigrazione. E oggi conta poco più di 1.300 abitanti. Da visitare anche la vicina località "La Pietra", interessante zona archeologica.