HOME | CULTURA | CUCINA | TURISMO | CITTA'| CARTOLINE
SiciliaIn: dentro la Sicilia, cuore del Mediterraneo - ARTE CULTURA e TURISMO
 Caltabellotta - Arte e Musei
Chiesa Madre La Chiesa Madre
Molto povera del linguaggio architettonico e rude nel paramento murario, è sospesa su una gradinata; sulla destra troviamo il campanile. La chiesa è di fondazione normanna. Soggetta a ripetuti interventi, visse, dopo il XVI secolo, molte fasi di modifiche e ampliamenti che mutarono l'aspetto originario. Internamente troviamo l'impianto basilicale che è a tre navate e manifesta le tensioni strutturali del complesso nell'imponenza delle alte arcature ogivali spioventi su una serie di pilastri circolari, in passato ri­coperti di affreschi. Oggi il degrado e i crolli hanno profondamente vulnerato l'edificio: l'intera area presbiteriale è distrutta, deperita e dispersa è la gioiosa fantasia degli stucchi e dei dipinti che ornavano il tempio. Una sola cappella, seppur anch'essa assai deteriorata, è leggibile nel tripudio dei decori che ne intridono le pareti e la volta in una polifonia plastico-cromatica: è la cappella della Madonna della Catena, la prima a sinistra, densa di stucchi e affreschi raffiguranti storie di Santi, opera (1591-98) del giulianese Antonino Ferraro, che al centro della volta rappresentò in altorilievo il Padreterno; sull'altare, la statua di Santa Maria della Catena (1536) è insigne opera di marmo di Giacomo Gagini. Rimossi dagli stalli, attendono la rinascita del tempio i marmorei simulacri di San Benedetto (1536) di Antonello e Giacomo Gagini, una Madonna col Bambino (1545) di Fazio Gagini e un'altra gaginesca Madonna col Bambino che stringe in pugno un cardellino.

indietro l'arte e i musei continua