La cultura del volersi bene . il seno tra salute e arte

 

Apertura Lavori:

    * Serafina Perra Assessore alle Politiche Culturali della Provincia Regionale di Catania

 

    * A. Felice Stagnitta Sindaco di Linguaglossa

 

    * Riccardo Vecchio Assessore all’urbanistica

 

    * Dott.ssa Sara Pettinato Presidente dell'Associazione Agata Donna per le Donne Onlus

 

Relatori:

 

-Dott.ssa Sara Pettinato Dirigente Chirurgo Senologo  dell'Ospedale Garibaldi “ Nesima” Catania

La chirurgia radioimmunoguidata della mammella

 

-Dott.ssa Carla Scrimali Dirigente Diagnostica Senologica Osp.S.Luigi-S.Currò Catania

Indicazioni alla mammografia ed all'ecografia

 

-Dott.Hector J. Soto Parra Dirigente  Oncologia Medica  Ospedale Garibaldi “Nesima”

Trattamento adiuvante del ca. mammario

 

-Avv. Milena Santonocito Coordinatore Regionale A.M.A.M.I. Associazione  Medici Accusati di Malpractice Ingiustamente

 I diritti delle donne operate di tumore al seno

 

Al termine del convegno si effettueranno visite gratuite presso il consultorio di via S. Nicola, Linguaglossa.

 

 

2° Convegno del 20 Marzo 2007  ore 17.30 presso i locali comunali del Cine Teatro Rex

via Teatro, Giarre

 

Apertura Lavori:

    * Serafina Perra

            Assessore alle Politiche Culturali della Provincia Regionale di Catania

    * Dott.ssa Sara Pettinato

             Presidente dell'Associazione Agata donna per le donne Onlus

    * Teresa Sodano Sindaco di Giarre
    * Moderatore: Lina Lopatriello  Assessore alle pari opportunità e ai Beni Culturali

Relatori:

-Dott.ssa Sara Pettinato

 Chirurgo Senologo e dirigente dell'Ospedale Garibaldi di Nesima

La chirurgia radioimmunoguidata della mammella

-Dott.ssa Carla Scrimali

 Dirigente Diagnostica Senologica Osp.S.Luigi-S.Currò Catania

Indicazioni alla mammografia ed all'ecografia

-Dott.Hector J. Soto Parra

 Dirigente  Oncologia Medica  Ospedale Garibaldi “Nesima”

Trattamento adiuvante del ca. mammario

-Avv. Milena Santonocito

 Coordinatore Regionale A.M.A.M.I.

 Associazione per i Medici Accusati di Malpractice Ingiustamente

 I diritti delle donne operate di tumore al seno

 

L’associazione:

 "AGATA DONNA PER LE DONNE" nasce nel gennaio 2006, il nome adottato si lega concettualmente al martirio della Santa Patrona di Catania nell’aiuto alle donne affette da tumore al seno che subiscono, oltre al degrado fisico dovuto alla malattia, la deturpazione di uno degli aspetti cardine della propria femminilità.  Da due anni persegue l'obiettivo del miglioramento dell'informazione per la prevenzione e la diagnosi precoce del tumore al seno.

Diagnosticare un tumore al seno in fase iniziale,cioè quando ancora è di piccole dimensioni e si presenta come un carcinoma intraduttale che per definizione è incapace di dare metastasi, significa conservare il seno,i linfonodi ascellari e soprattutto preservare la vita.

Infatti da circa 4 anni è possibile eseguire, presso la nostra struttura Ospedaliera, tecniche di chirurgia radioimmunoguidata cioè mininvasiva della mammella,per esempio la R.O.L.L.( Radioguided Occult Lesion Localization) Localizzazione Radioguidata delle Lesioni Occulte; la S.N.O.L.L.( Sentinel Node Occulte Lesion Localization) linfonodo Sentinella e Localizzazione delle Lesioni Occulte della Mammella.

 
Dati, statistiche e obiettivi:

 Il cancro coinvolge oltre 5 milioni di persone in tutta Italia: malati, ex-malati e familiari. Incide pesantemente sulla vita dei singoli individui e sul tessuto sociale, assorbe grandi risorse da parte del Servizio Sanitario Nazionale.

Per le donne il tumore al seno rappresenta la prima causa di morte nella fascia di età tra i 30 e i 44 anni, da qui l’esigenza di promuovere la cultura della prevenzione che, attraverso i programmi di screening è uno strumento molto importante per la diagnosi precoce della malattia.

Attraverso la diagnosi precoce, infatti, si aumentano notevolmente le possibilità di guarigione e si garantiscono cure tempestive, meno invasive e più efficaci. Tuttavia, molte donne, per quanto consapevoli dell’importanza di fare prevenzione, non partecipano ai programmi di screening e si sottopongono a controlli episodici, non programmati e/o addirittura inesistenti. Disinformazione, assenza di interesse per ragioni scaramantiche o per paura, senso del pudore, poco tempo da dedicare a se stessi, sono alcuni dei tanti motivi per cui la prevenzione è ancora oggi scarsa.

In questo ambito di intervento ha scelto di operare l’Associazione “Agata Donna per le Donne”, con l’obiettivo di aprire un dialogo con le istituzioni per affrontare i problemi relativi al tumore al seno: dalla prevenzione alle terapie, dalla riabilitazione al reinserimento affettivo  e sociale, dalla formazione del personale socio-sanitario alla ricerca scientifica, dalle informazioni alle donne alla sensibilizzazione dell’opinione pubblica. Ad appena un anno dalla sua costituzione, l’Associazione  può annoverare nel suo, breve, ma già ricco, curriculum, iniziative importanti nel campo dell’informazione medico-scientifica,della testimonianza, della sensibilizzazione e formazione, che hanno riscontrato attestazioni di stima e fiducia da parte degli enti e delle istituzioni coinvolti, nonché delle numerosissime associate.
L’esperienza realizzata ha confermato che la formazione di una cultura della prevenzione, attualmente, è l’unica vera arma in grado di ridurre drasticamente le vittime del cancro e, per questo, un “dovere” etico-professionale, istituzionale e sociale contribuire alla sua più ampia diffusione.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *