Giarre, a breve il Museo etneo delle Migrazioni

Giarre, a breve il Museo etneo delle Migrazioni

Giarre si riconferma, ancora una volta, città museale. Accanto al “Museo delle Genti dell’ Etna”, l’ “Acquario”, il “Museo permanente del Presepe” ed il “Museo dell’ Opera dei Pupi”, da oggi annovera anche l’ istituendo “Museo etneo delle Migrazioni”. Questo è quanto emerso nel corso dell’ incontro, ospitato all’ interno del liceo scientifico, “Leonardo” di via Veneto, che ha visto presenti il sindaco, Teresa Sodano, l’ assessore ai Beni culturali, Lina Lopatriello, l’ assessore provinciale alle Politiche culturali, Serafina Perra, il dirigente scolastico Mario Catanuto. L’istituzione della struttura museale dedicata al tema delle migrazioni, al Comune di Giarre, nei locali del Palazzo della Cultura, è stata fortemente voluta e supportata dal sindaco Sodano e dall’ assessore con delega al ramo, Lina Lopatriello, collaborata dalla referente del progetto scolastico,Grazia Messina.

“Il Museo delle Migrazioni aderente alla Rete dei Musei isolani dedicati all’emigrazione -ha detto il sindaco Sodano- nasce come centro di ricerca permanente per analizzare e presentare i diversi aspetti delle migrazioni regionali e della costa ionica-etnea, nonché come laboratorio didattico per costruire un percorso storico di conoscenza, rivolto in particolare alle scuole”.

“L’Amministrazione Lombardo -ha aggiunto l’ assessore provinciale Perra- saluta con favore la futura nascita di questo Museo etneo delle Migrazioni che, come centro di ricerca, si rivolgerà a quanti, protagonisti dell’ esperienza migratoria, studiosi del fenomeno, cittadini e visitatori , mostreranno interesse per la conoscenza e la conservazione di alcune pagine, che hanno segnato, in termini sociali, umani ed economici la storia del territorio nell’ ultimo secolo, quella cioè delle migrazioni del popolo, sia in termini emigratori, sia in termini immigratori”.

“In qualità di laboratorio didattico -ha chiarito il dirigente scolastico Catanuto- la struttura museale si presenta come luogo di discussione e progettazione collettiva”.

“A breve -ha concluso l’ assessore comunale ai Beni culturali Lopatriello- sarà siglato un protocollo d’ intesa, tra Il Comune e il liceo scientifico “Leonardo”- al fine di avviare sinergie per l’ istituzione del Museo etneo delle Migrazioni, quale luogo della memoria”.

Nella mostra permanente del Museo etneo delle Migrazioni, che sarà allestita al Palazzo della Cultura dunque, sarà possibile ammirare, foto, interviste, ricerche, canti, corrispondenza d’ oltre Oceano, manifesti e cartoline di ogni genere, frutto di una scrupolosa ricerca degli alunni delle classi Va, Vb,Vc e Ve del “Leonarado di Giarre”.

Domani, intanto, alle 9, nell’ ambito di un gemellaggio, promosso dall’ istituto di via Veneto, una delegazione di australiani, in visita istituzionale alla Provincia, accompagnati dalla prof.ssa Maria Grazia Romano, saranno ricevuti a Palazzo Minoriti dall’ assessore Perra.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *