Catania : MusicAteneo 2008

Ritorna la musica alla Cittadella universitaria di Catania con
“MusicAteneo 2008”, Sabato 20 Settembre

Ritorna la grande musica alla Cittadella universitaria di Catania. Sabato 20 Settembre, infatti, si accenderanno i riflettori sulla decima edizione di “MusicAteneo 2008”, tradizionale happening che sarà seguito da numerosi giovani provenienti da tutta la Sicilia per festeggiare l’inizio delle attività accademiche.
A partire dalle 20.30, sul grande palco che sarà allestito nel piazzale centrale antistante la Facoltà di Ingegneria si esibirà lo storico gruppo “Zapato”, band catanese che farà da “apripista” alla guest star della serata Daniele Silvestri, presentato da Francesco Lamiani e Luca Ciliberti.
Il cantautore romano, farà ballare il pubblico sulle note delle sue più celebri hit come “L’uomo col megafono”, “Salirò”, “La paranza”, “Gino e l’alfetta”, e tantissimi altri brani che hanno spopolato e continuano ad essere “passati” dalle radio locali e nazionali, così come l’ultima creazione “Monetine”.
L’evento, anticipa di qualche giorno un’altra importante serata nel panorama delle manifestazioni dell’Università degli studi etnea come il “Festival Ateneo 2008”, presentato da Enrico Sortino e che vedrà la partecipazione di dodici gruppi emergenti, selezionati dagli organizzatori tra le trenta formazioni che hanno inviato la richiesta di partecipazione.
Una giuria giudicherà i gruppi in gara, ed il vincitore riceverà come premio la possibilità di volare a Milano per andare ad incidere un promo per una delle maggiori case discografiche italiane, mentre il gruppo che si piazzerà al secondo posto avrà diritto di aprire la serata di “MusicAteneo 2009”.

“MusicAteneo 2008” è organizzato dall’Università degli studi di Catania, dal C. A. S. R., dalla We – Group e da Musica & Suoni, con il patrocinio dell’Assessorato al turismo, trasporti e comunicazione della Regione siciliana, della Provincia Regionale di Catania, del Comune di Catania. L’evento è anche online all’indirizzo www.musicateneo.it .

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *